Papa, no a leggi contro diversità biologica sessi

lunedì 11 gennaio 2010 12:25
 

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Papa Benedetto XVI ha criticato oggi tutte le leggi, in discussione in Italia e all'estero, che minano il fondamento biologico della differenza fra i sessi.

Ricevendo il Corpo diplomatico presso la Santa Sede, il Pontefice -- in un lungo discorso in cui ha parlato anche di questioni di politica internazionale come l'ambiente, il nucleare e il Medioriente -- ha fatto implicito riferimento alle norme sull'omofobia in discussione in varie sedi, dall'Onu ai singoli Stati, riallacciandosi al concetto di "ecologia umana" tracciato nell'encliclica 'Caritas in veritate'.

Ci sono, secondo il Santo Padre, "leggi e progetti che, in nome della lotta contro la discriminazione, colpiscono il fondamento biologico della differenza fra i sessi" e che rappresentano degli "attacchi" all'uomo e all'ambiente.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Papa Benedetto XVI durante l'Angelus di ieri. REUTERS/Max Rossi</p>