Mediaset, dipendenti scioperano per la prima volta

domenica 10 gennaio 2010 17:14
 

ROMA (Reuters) - I dipendenti di Mediaset hanno iniziato oggi il loro primo sciopero per protestare contro la decisione di esternalizzare le attività di sartoria, trucco e acconciatura.

Centinaia di lavoratori si sono riuniti all'esterno del centro di produzioni televisive Videotime a Roma, scandendo slogan contro Berlusconi, che ha sempre elogiato la positività delle relazioni industriali nel suo impero mediatico.

L'emittente ha avvisato che alcuni programmi potrebbero essere cancellati o sostituiti da repliche, in quanto oltre 3.000 dipendenti hanno preso parte allo sciopero, che continuerà domani.

Un gruppo di lavoratrici scandivano "Grazie Silvio" e hanno detto ai cronisti di aver scritto a Berlusconi per esprimere il loro timore di perdere il lavoro, ma di non aver ricevuto risposta.

"E' come vivere un incubo", ha detto il parrucchiere Paolo Bambusi. "Dopo 20 anni di lavoro è una situazione impossibile".

I sindacati di categoria Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil hanno detto che temono che le esternalizzazioni possano riguardare in futuro anche altri settori, sedi o attività del gruppo Mediaset.

La società ha detto che i posti di lavoro e gli stipendi non sono a rischio.

Berlusconi ha fondato Mediaset negli anni 70 e oggi la sua holding di famiglia controlla il gruppo con una quota del 38,6%.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia