H1N1, in Romania la morte di un attore spinge gente a vaccinarsi

sabato 9 gennaio 2010 17:25
 

BUCAREST (Reuters) - Migliaia di romeni si sono messi in fila oggi davanti a un ospedale di Bucarest per farsi vaccinare contro l'influenza, spinti dalla morte di un attore televisivo.

"Doveva morire una star per far sì che i romeni si identificassero con la vittima e capissero che sono a rischio se non sono vaccinati", ha detto il direttore dell'ospedale, Adrian Streinu-Cercel, alla televisione privata Realitatea TV.

Toni Tecuceanu, 37 anni, noto per le sue interpretazioni satiriche in spettacoli televisivi, è morto martedì dopo complicazioni polmonari legate all'influenza H1N1.

"E' una sorta di isteria", ha commentato la psicologa Florin Tudose.

La Romania, col numero record di 6.061 casi di infezioni e 82 morti, l'anno scorso ha avviato una campagna di vaccinazione di massa ma meno dell'1% dei suoi 22 milioni di abitanti sono stati vaccinati. In genere, infatti, la gente è riluttante all'idea del vaccino, data la scarsa qualità delle infrastrutture sanitarie.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia