Maltempo, Bertolaso: passata la temuta onda di piena del Tevere

sabato 9 gennaio 2010 16:09
 

ROMA (Reuters) - La temuta onda di piena del Tevere è passata, senza causare i danni temuti. Lo ha detto stamani il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso.

"La fase peggiore per il Tevere l'abbiamo alle spalle", ha detto Bertolaso ai microfoni di SkyTg24 al termine di un incontro con il sindaco della Capitale Gianni Alemanno e il prefetto Giuseppe Pecoraro.

Come si legge in una nota della Protezione Civile, infatti, "oggi il livello del fiume registrato alle 10,45 in corrispondenza del Ponte Ripetta è di 10,29 metri, circa un metro in meno rispetto al picco di 11,2 metri registrato ieri".

"Il cambiamento meteorologico che ha fatto piovere di più sulla Toscana e sulla Campania rispetto all'Umbria di fatto ha ingrossato altri fiumi e torrenti" e il rischio è così scongiurato per il Tevere, ha precisato il sottosegretario Bertolaso, che ha parlato di una situazione "meno seria, meno grave rispetto all'esperienza che abbiamo vissuto l'anno passato".

La Protezione Civile dice che "le previsioni per le prossime ore parlano di nevicate sui rilievi che dovrebbero portare meno acqua dei fiumi. Nel frattempo sono stati definiti gli interventi e si è provveduto al rafforzamento degli argini e alla messa in sicurezza dei barconi".

È sotto controllo, aggiunge la Protezione Civile, anche la situazione dell'Arno, "la cui portata rimane entro il primo livello di guardia".

ANCORA PIOGGIA E NEVE

Intanto prosegue l'ondata di maltempo che da giorni sta interessando la penisola con precipitazioni al Centro-Sud e nevicate anche a bassa quota sull'Italia nord-orientale.

"Da oggi si avranno, infatti, venti forti e nevicate in graduale estensione sulle regioni centro-meridionali del Paese", dice la nota del Dipartimento di Protezione Civile, che ieri aveva emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevedeva dalle prime ore di oggi venti forti o molto forti dai quadranti occidentali su tutto il Centro-Sud e sulle due isole maggiori.

"Dalla tarda mattinata, inoltre, moderate nevicate interesseranno le regioni centrali e la Sardegna, con quota neve in progressivo calo sino a 400-700 metri, e le regioni meridionali con quota neve in progressivo calo sino a 600-900 metri. A livello locale, sono stati emessi gli avvisi di criticità regionali di Emilia Romagna, Toscana, Marche e Campania".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il Tevere con l'Isola Tiberina. REUTERS/Protezione Civile/Handout</p>