Usa, bacio d'addio scatena allarme sicurezza ad aeroporto Newark

giovedì 7 gennaio 2010 18:15
 

NEW YORK (Reuters) - L'allarme sicurezza che ha provocato la chiusura temporanea dell'aeroporto newyorkese di Newark, causando disagi a migliaia di passeggeri, è scattato perché un uomo è entrato in una zona di sicurezza per dare un bacio d'addio a una donna, secondo quanto riferito oggi da un quotidiano.

L'allarme all'aeroporto internazionale di Newark, uno dei tre principali scali della città di New York, ha scosso i funzionari della sicurezza e il settore aereo essendosi verificato poco dopo il fallito attentato a un volo diretto a Detroit, il giorno di Natale.

In un filmato che registra quanto è avvenuto all'aeroporto in quei momenti, si vede un uomo che abbraccia una donna al posto di controllo C-1 prima che lei si sottoponga all'ispezione dei passeggeri, secondo quanto spiega il quotidiano del New Jersey Star-Ledger, citando anonimi funzionari di sicurezza che hanno visionato la cassetta.

L'uomo, che non era un passeggero, ha raggiunto la zona dove ci doveva essere un funzionario della Transportation Security Administration (Tsa) pronto ad avvicinarsi alla donna, secondo il quotidiano.

La donna allora ha sollevato un nastro -- che serviva per tenere le persone non ispezionate fuori dall'area di sicurezza -- permettendo all'uomo di entrare in quella zona, dopodichè i due camminando mano nella mano si sono diretti verso l'aerea degli imbarchi prima di sparire dalla visuale, secondo il resoconto del quotidiano.

L'uomo ha lasciato l'aeroporto senza essere identificato. Il funzionario della Tsa in servizio in quell'area è in congedo.

Il senatore americano Frank Lautenberg del New Jersey sta cercando di rendere pubblico il video, secondo quanto riferito dal suo ufficio.

"Dopo aver visionato il filmato, sono ancor più indignato per quanto accaduto", ha spiegato Lautenberg allo Star-Ledger.

Uno degli aerei dirottati l'11 settembre 2001 decollò da Newark per poi schiantarsi in Pennsylvania.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia