Animalisti, Peta usa Michelle Obama a sua insaputa in un poster

giovedì 7 gennaio 2010 13:14
 

WASHINGTON (Reuters) - Peta, il gruppo che difende i diritti degli animali, ha usato un'immagine di Michelle Obama senza il suo consenso in un poster che loda la first lady Usa per il fatto di non indossare pellicce.

Lo ha riferito la Casa Bianca.

Il poster, che secondo Peta è stato esposto solo in due stazioni della metropolitana di Washington, mostra Michelle Obama, Oprah Winfrey, Tyra Banks e la cantante country Carrie Underwood sotto la scritta "Fur-free and Fabulous" (senza pellicce e favolose).

"Non abbiamo dato il consenso", ha spiegato Semonti Stephens, portavoce della first lady, confermando che Michelle Obama non indossa pellicce, ma che non sapeva che sarebbe finita sul poster.

Un funzionario ha aggiunto che la Casa Bianca ha contattato Peta, che sta per People for the Ethical Treatment of Animals, sul poster ma l'associazione non ha intenzione di tornare sui suoi passi.

Il suo presidente, Ingrid Newkirk, ha spiegato in una nota che l'organizzazione non ha chiesto alla Casa Bianca di finanziare o promuovere la campagna perché "non possono fare questo genere di cose".

Ma ha aggiunto che Michelle Obama ha emesso una nota indicando che non indossa pellicce e che "il mondo deve sapere che agli occhi di Peta, ciò la rende favolosa".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia