F1,tribunale di Parigi annulla la radiazione di Briatore

martedì 5 gennaio 2010 22:23
 

PARIGI (Reuters) - Flavio Briatore, l'ex-capo della scuderia Renault, si è visto annullare oggi da un tribunale di Parigi la radiazione a vita imposta dall'organismo che governa la Formula Uno.

Briatore era stato radiato per il suo ruolo in un complotto per truccare il risultato del Gran Premio di Singapore del 2008.

Il tribunale di Parigi ha dichiarato la decisione "irregolare" e ha ordinato alla Federazione Internazionale dell'Automobile di notificare a tutti i suoi membri, in particolare ai 13 team impegnati nel campionato del mondo di F1, la cancellazione della decisione, pena una sanzione finanziaria di 10.000 euro per ogni giorno di ritardo.

La corte ha accordato a Briatore anche 15.000 euro come risarcimento.

La Fia ha detto però che la decisione della Corte non è esecutiva finché non saranno esaurite le sue possiblità di fare ricorso. L'organismo ha aggiunto che "intende esaminare le azioni appropriate per assicurare che nessuna delle persone impegnate in attività pericolose o imbrogli siano ammesse a prendere parte della Fromula Uno in futuro".

Il team legale della Fia ha detto che probabilmente si appellerà alla sentenza.

"La decisione di oggi mi ha restituito la dignità e la libertà di cui certe persone hanno cercato arbitrariamente di privarmi", ha commentato Briatore in una nota.

"Lasciatemi gioire di questo momento di felicità dopo questo periodo difficile", ha aggiunto.

Il brasiliano Nelson Piquet ha dato il via a uno dei più grossi scandali della F1 dopo aver lasciato la Renault, dicendo alla Fia che gli era stato imposto di provocare deliberatamente un incidente alla gara di Singapore. Lui lo fece per far uscire la safety car e aiutare il suo compagno di squadra, lo spagnolo Fernando Alonso, a vincere la gara.   Continua...

 
<p>Una immagine di archivio di Flavio Briatore. REUTERS/Johannes Eisele</p>