Papa: la pace è legata a rispetto dell'ambiente

venerdì 1 gennaio 2010 15:26
 

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - E' un messaggio quasi ecologista quello che il papa Benedetto XVI ha lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della pace, che si celebra ormai da decenni il giorno di Capodanno.

"Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato", è l'avvertimento di Papa Ratzinger ai fedeli, accorsi numerosi in piazza San Pietro nonostante il tempo inclemente.

"Possiamo, infatti, affermare che l'uomo è capace di rispettare le creature nella misura in cui porta nel proprio spirito un senso pieno della vita, altrimenti sarà portato a disprezzare se stesso e ciò che lo circonda, a non avere rispetto dell'ambiente in cui vive, del creato", ha detto il Pontefice nell'omelia di oggi.

"Chi sa riconoscere nel cosmo i riflessi del volto invisibile del Creatore, è portato ad avere maggiore amore per le creature, maggiore sensibilità per il loro valore simbolico".

Se l'uomo si degrada, si degrada l'ambiente in cui vive; se la cultura tende verso un nichilismo, se non teorico, pratico, la natura non potrà non pagarne le conseguenze", ha detto ancora il Papa, che ha citato la sua enciclica "Caritas in veritate" del luglio scorso.

"Si può, in effetti, constatare un reciproco influsso tra volto dell'uomo e 'volto' dell'ambiente: 'quando l'ecologia umana è rispettata dentro la società, anche l'ecologia ambientale ne trae beneficio'".

"Rinnovo, pertanto, il mio appello ad investire sull'educazione, proponendosi come obiettivo, oltre alla necessaria trasmissione di nozioni tecnico-scientifiche, una più ampia e approfondita "responsabilità ecologica", basata sul rispetto dell'uomo e dei suoi diritti e doveri fondamentali. Solo così l'impegno per l'ambiente può diventare veramente educazione alla pace e costruzione della pace", ha concluso Benedetto XVI.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il Papa Benedetto XVI oggi a San Pietro. REUTERS/Remo Casilli</p>