29 dicembre 2009 / 16:27 / 8 anni fa

Facebook e Twitter in testa nella lista storie strane 2009

BERLINO (Reuters) - Dalla città tedesca che ha fatto inconsapevolmente pubblicità alla pornografia sul suo sito web all‘americano che ha interrotto la sua cerimonia nuziale per aggiornare i suoi profili su Facebook e Twitter, il mondo nel 2009 è stato pieno di storie bizzarre.

“Sono all‘altare con @TracyPage dove appena un secondo fa è diventata mia moglie! Devo andare, in tempo per baciare la sposa”: è così che Dana Hanna ha aggiornato il mondo tra il “sì” e quel bacio.

Il personaggio dei cartoon Marge Simpson è finita su una copertina di Playboy, due intrusi alla Casa Bianca hanno celebrato il loro trionfo su Facebook, e il mondo è stato ingannato nel credere che un bambino di sei anni fosse sparito su una mongolfiera portata dal vento.

Siti di social networking come Facebook, Twitter e YouTube si sono dimostrati terreno fertile per molte storie strane.

I medici britannici sono stati avvisati di evitare le proposte amorose di pazienti dopo che alcune erano state avanzate su Facebook, ai legislatori olandesi è stato vietato di mandare messaggi dal Parlamento e in Canada un deputato si è scusato per aver insultato un rivale su Twitter. Mentre in Gran Bretagna per la prima volta la Corte Suprema ha diffuso via Twitter una sua ingiunzione, per vietare a un utente anonimo di spacciarsi per qualcun altro sul sito di microblogging.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below