Lega Calcio, multa Antitrust per diritti Tv serie B

lunedì 28 dicembre 2009 14:31
 

ROMA (Reuters) - L'Antitrust ha sanzionato con una multa di 102.000 euro la Lega Calcio per comportamenti "restrittivi della concorrenza", poiché l'associazione delle squadre dei club ha ostacolato l'acquisizione dei diritti per le gare del Campionato di Serie B 2007/2008.

Lo si legge in un comunicato dell'Agcm, in cui si spiega che la Lega ha limitato fortemente la trasmissione in diretta televisiva degli incontri, a danno delle emittenti e dei consumatori.

Nel corso dell'istruttoria, avviata il 10 aprile 2008, "l'Antitrust ha stabilito che la Lega Calcio ha utilizzato il proprio ruolo e la propria reputazione per assicurare l’attuazione delle decisioni concordate in sede assembleare, a favore della vendita collettiva dei diritti trasmessivi, intervenendo con richiami e diffide nei confronti delle società sportive e delle emittenti che non intendevano rispettare l’accordo", si legge nella nota.

"La Lega Calcio ha inoltre fatto leva sulla propria funzione di gestore delle risorse destinate alla mutualità per influire sulle decisioni delle singole società sportive. Infine, ha sfruttato il potere di negare l’autorizzazione alla vendita individuale, conferitole dalla normativa transitoria, per sostenere l’intesa sulla vendita collettiva, svuotando così di contenuto un’esplicita previsione normativa mirata a preservare l’autonomia negoziale dei club nel periodo transitorio", continua l'Antitrust.

"Su un totale di 462 partite che componevano il Campionato, soltanto 16 (corrispondenti al 3%) sono state trasmesse in diretta. Peraltro, buona parte della cessione dei diritti da parte dei club è avvenuta soltanto dopo l’avvio del procedimento istruttorio dell’Antitrust", conclude la nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia