Papa visita mensa Sant'Egidio tra rafforzate misure sicurezza

domenica 27 dicembre 2009 17:33
 

ROMA (Reuters) - Papa Benedetto XVI ha pranzato oggi alla mensa di Sant'Egidio con poveri, senzatetto, immigrati e anziani, tra misure di sicurezza rafforzate dopo che la vigilia di Natale una squilibrata lo ha spinto in terra a San Pietro.

Il Pontefice, apparso in buona forma, ha passato diverse ore con circa 150 persone in difficoltà. Ha mangiato seduto al fianco di Qorbanali Esmaili, 34enne rifugiato afghano, musulmano, in Italia da 10 anni, in un tavolo i cui commensali erano anche una vedova 90enne italiana, un 24enne di etnia Rom, una 62enne somala e un 35enne nigeriano.

La sicurezza attorno al Santo Padre è sembrata più stretta del normale, quando esce dal Vaticano per recarsi in visita a Roma dove viene assistito oltre che dalle guardie vaticane anche dalle forze dell'ordine italiane.

Le misure sono state inasprite dopo che giovedì scorso la 25enne italo-svizzera Susanna Maiolo ha scavalcato una transenna nella basilica di San Pietro e si è avventata sul Papa buttandolo a terra senza fortunatamente alcuna conseguenza.

Nel corso del parapiglia, il cardinale francese Roger Etchegaray, 87 anni, è stato scaraventato sul pavimento e si è rotto il femore. Operato oggi, il Vaticano ha fatto sapere che sta bene.

La revisione della sicurezza al Papa non includerà comunque, ha spiegato la Santa Sede, alcuna azione che possa impedire il contatto del Pontefice con la folla.

La mensa di Sant'Egidio dà da mangiare ogni giorno a circa 2.000 persone.

Durante la visita di oggi il Papa ha anche offerto doni di Natale ai bambini indigenti.

Sant'Egidio ha negoziato la fine della guerra civile in Mozambico negli anni 90 e gestisce molte opere caritatevoli in Africa. E' stata candidata più volte al premio Nobel.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Papa Benedetto XVI alla mensa di Sant'Egidio a Roma. REUTERS/Osservatore Romano</p>