Papa: no ad egoismo Occidente, crisi prima morale che economica

venerdì 25 dicembre 2009 12:26
 

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Nel tradizionale messaggio natalizio dal Vaticano, oggi Papa Benedetto XVI ha invitato Europa e Nord America a superare "la mentalità egoista e tecnicista" e ha sottolineato che la crisi è morale ancor prima che economica, ribadendo poi l'appello all'accoglienza nei confronti dei migranti.

Parlando dalla Loggia della Benedizione ai fedeli presenti in Piazza San Pietro e a quanti ascoltavano attraverso radio e televisione, il Pontefice -- che ieri è uscito illeso da una caduta provocata da una donna che ha saltato le transenne di protezione buttandoglisi addosso -- ha fatto riferimento alla "grave crisi economica, ma prima ancora morale", con cui il mondo è alle prese.

"In Europa e in America settentrionale - ha detto Benedetto XVI - il 'noi' della Chiesa sprona a superare la mentalità egoista e tecnicista, a promuovere il bene comune ed a rispettare le persone più deboli, a cominciare da quelle non ancora nate".

Il Papa ha aggiunto che "davanti all'esodo di quanti migrano dalla loro terra e sono spinti lontano dalla fame, dall'intolleranza o dal degrado ambientale, la Chiesa è una presenza che chiama all'accoglienza".

Nel suo messaggio Benedetto XVI ha ricordato tra gli altri Paesi anche l'Iraq con la sua "tribolata situazione".

Il Papa oggi ha pronunciato il messaggio e la benedizioni Urbi et Orbi regolarmente, nonostante ieri sera, poco prima dell'inizio della tradizionale Messa di mezzanotte nella Basilica di San Pietro, sia stato buttato a terra da una donna psicolabile che ha saltato una transenna e gli si è gettata addosso.

Il Pontefice 82enne è rimasto illeso e ha proseguito normalmente la funzione natalizia, ma l'anziano cardinale Roger Etchegaray, che prendeva parte alla processione con Benedetto XVI, è stato ricoverato per la frattura del femore.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Papa Benedetto XVI durante la Messa di Natale. REUTERS/Max Rossi</p>