Preti pedofili, altri due vescovi irlandesi pronti a dimettersi

venerdì 25 dicembre 2009 11:59
 

DUBLINO (Reuters) - Altri due vescovi irlandesi hanno annunciato che offriranno le proprie dimissioni al Papa, portando a quattro il numero totale di alti prelati che lasciano la chiesa dopo la diffusione di un rapporto sugli abusi sessuali nei confronti di bambini.

I vescovi Eamonn Walsh e Raymond Field, gli unici due vescovi ausiliari nell'arcidiocesi di Dublino, hanno detto di aver informato l'arcivescovo Diarmuid Martin della loro decisione.

"La speranza è che la nostra azione possa contribuire a portare la pace e la riconciliazione di Gesù Cristo alle vittime/sopravvissuti degli abusi sessuali. Ci scusiamo nuovamente con loro", si legge in una nota diffusa ieri sera.

Come il vescovo Jim Moriarty che si è dimesso mercoledì, entrambi i vescovi hanno sottolineato che il rapporto dimostra che loro non hanno fatto nulla di sbagliato.

La scorsa settimana, il vescovo Donal Murray è stato il primo a dimettersi dalla pubblicazione del rapporto, da cui si evince che i leader della Chiesa in Irlanda, a prevalenza cattolica, hanno coperto gli abusi sessuali dei preti nei confronti dei bambini per 30 anni.

Il rapporto, diffuso il 26 novembre, sostiene che l'arcidiocesi fosse più preoccupata di difendere la reputazione della Chiesa che salvaguardare i bambini e che abbia "ossessivamente" nascosto gli abusi dal 1974 al 2004.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un crocifisso nella campagna irlandese. REUTERS/Cathal McNaughton</p>