Giamaica, jet American Airlines va lungo sulla pista, no vittime

mercoledì 23 dicembre 2009 10:55
 

MIAMI (Reuters) - Un Boeing 737 dell'American Airlines ha oltrepassato in atterraggio la pista dell'aeroporto internazionale di Kingston, in Giamaica, sotto una pioggia battente ieri sera, ma la compagnia ha detto che non ci sono vittime né feriti gravi.

Il quotidiano The Jamaica Observer ha riferito che 40 passeggeri sono rimasti feriti, ma non ha fornito dettagli sulle loro condizioni. Secondo la Cnn, quattro passeggeri sono in condizioni critiche.

"I passeggeri feriti sono stati portati all'ospedale di Kingston", ha detto al giornale il ministro dell'Informazione giamaicano, Daryl Vaz. "Non abbiamo notizia di vittime".

L'aereo si è spezzato in due o tre pezzi dopo essere atterrato alle 10 di sera ora locale e avere superato i limiti della pista, come hanno raccontato dei testimoni.

American Airlines ha detto in un comunicato che il volo proveniva da Washington Dc con uno scalo a Miami.

A bordo c'erano 148 passeggeri e sei membri dell'equipaggio. La compagnia non avanza ipotesi sulle cause dell'incidente e si è riservata di fare delle comunicazioni in giornata.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il Boeing 737 dell'American Airlines che ha oltrepassato in atterraggio la pista dell'aeroporto internazionale di Kingston, in Giamaica. REUTERS/Andrew P. Smith</p>