Maltempo, ancora caos sui treni a Milano

mercoledì 23 dicembre 2009 18:04
 

MILANO (Reuters) - Il maltempo continua a provocare disagi in nord Italia, con un forte caos per i treni cancellati o in ritardo alla stazione di Milano, mentre la circolazione degli aerei e sulle strade sta tornando lentamente alla normalità tra le previsioni di pioggia e temperature in rialzo per i prossimi giorni.

Dopo il blocco dei treni all'alba a Milano, a causa di "numerose rotture della linea elettrica nelle tratte verso Bologna e Genova" provocate nella notte dal ghiaccio, la circolazione nel pomeriggio continua a essere difficoltosa e a provocare notevoli disagi con ripercussioni in tutta Italia.

Molti treni in arrivo e in partenza su tutte le tratte risultano in ritardo anche di 3-4 ore o soppressi, mentre migliaia di persone restano in attesa di partire e si è rischiata quasi la rissa per salire su un treno per Lecce, partito con svariate ore di ritardo.

Oggi, l'amministratore delegato di Fs Mauro Moretti -- che nei giorni scorsi aveva invitato chi voleva viaggiare in treno a dotarsi di viveri e coperte -- ha aperto alla possibilità di rimborsi per i passeggeri.

"Ne discuteremo, perché sappiamo che la gente ha avuto dei disagi", ha detto intervenendo su RaiDue, dopo che giorni fa aveva invece escluso quest'opzione citando i regolamenti comunitari.

Una nota delle Fs spiega inoltre che "per quanto riguarda gli indennizzi per i ritardi, che per tali circostanze non sono previste dalla normativa in vigore, Trenitalia sta valutando altre forme di attenzione e di compensazione, anche in virtù delle indicazioni che verranno dalle istituzioni", sottolineando che "per le oltre 7.000 persone che hanno deciso di non viaggiare è stato predisposto in via straordinaria il rimborso integrale del biglietto senza alcuna trattenuta".

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha criticato le scelte delle ferrovie. "E' inaccettabile che Rfi (Rete ferroviaria italiana) abbia deciso questa notte, senza consultarci preventivamente, di bloccare la circolazione dei treni in Lombardia", ha detto, sottolineando che "è impensabile che una decisione di questo genere venga presa senza consultare la Regione".

AEROPORTI VERSO NORMALITA'

Dopo le chiusure di ieri, gli aeroporti di Linate e Malpensa -- che sperimentano criticità nell'approvvigionamento del liquido antigelo necessario per il decollo degli aerei -- sono aperti, seppur con voli in ritardo di due ore in media, secondo quanto riferito dalla Regione, mentre i mezzi pubblici in città circolano regolarmente.   Continua...

 
<p>Piazza Duomo a Milano sotto la neve. REUTERS/Paolo Bona</p>