Cinema, 'Avatar' in testa ai botteghini di tutto il mondo

lunedì 21 dicembre 2009 12:20
 

LOS ANGELES (Reuters) - Il film "Avatar" del regista di "Titanic" James Cameron è balzato in testa ai botteghini di tutto il mondo durante il suo primo week end di uscita, nonostante il Nord America, ma anche buona parte dell'Europa, siano state colpite da una straordinaria ondata di freddo e neve.

Il film in 3D -- uno dei più costosi di sempre e osannato dalla critica -- ha incassato una stima di 232,2 milioni di dollari dai 106 mercati stranieri e in Nord America, secondo la casa di distribuzione 20th Century Fox di News Corp. Provvisoriamente si tratta del nono più grande debutto di tutti i tempi.

Gli spettatori in Stati Uniti e Canada hanno speso 73 milioni di dollari, anche se abbastanza lontano dalla previsioni entusiastiche di 85 milioni di dollari di media. Russia (21 milioni di dollari), Francia (19 milioni di dollari) e Gran Bretagna (14,2 milioni di dollari) sono stati invece i maggiori contribuenti dell'incasso all'estero, pari a 159,2 milioni.

"Avatar" ha battuto "Il codice Da Vinci" del 2006 (con 232,1 milioni di dollari) nei debutti mondiali, mentre il film catastrofico "2012" è scivolato al numero 11 con 230,5 milioni di dollari. Se l'incasso sarà confermato dai dati definitivi in serata, "Avatar" registrerà un nuovo record per il debutto di un nonsequel.

Il record per un debutto mondiali è di 394 milioni di dollari, fissato a luglio da "Harry Potter e il principe mezzosangue". Il debutto di "Avatar" inoltre è di poco inferiore ai 275 milioni di dollari registrati il mese scorso per "The Twilight Saga: New Moon".

"Avatar" -- costato almeno 300 milioni di dollari -- rappresenta il primo film drammatico di Cameron dal "Titanic" del 1997. Per la produzione del film in 3D, che racconta di un ex-marine disabile inviato dalla Terra a infiltrarsi in una razza aliena blu alta tre metri per salvare il suo pianeta inquinato -- è durata due anni.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il regista James Cameron con la moglie Suzy Amis alla prima di "Avatar" a Hollywood. REUTERS/Mario Anzuoni</p>