Natale,Confesercenti: meno austero del 2008,spesa salirà del 14%

venerdì 18 dicembre 2009 10:47
 

ROMA (Reuters) - Il Natale 2009 sarà meno austero delle previsioni, con un livello di spesa che non si vedeva dal 2003, secondo un sondaggio Confesercenti-Swg.

"(Sono) 54 milioni gli italiani che lo passeranno come è tradizione a casa (91%) e spenderanno in media 119 euro con un aumento del 14% rispetto al 2008 ma soprattutto ritornando a dei livelli di spesa che non si vedevano dal 2003 (118 euro)", si legge in una nota, in cui si precisa che il 2% trascorrerà invece la festa fuori casa e un altro 2% lavorando.

La crisi, comunque, continua a farsi sentire. Se infatti un 23% del campione è disposto a spendere fino a 250 euro per la tavola di Natale, specie al Centro, "c'è un buon 41% che non si spinge oltre i 75 euro di spesa".

In totale, le famiglie italiane spenderanno circa 2,8 miliardi per la cena della vigilia.

Del resto quest'anno, come sottolinea Confesercenti, gli italiani hanno messo al primo posto nella lista degli acquisti di fine anno cibo e vino (30%).

"Da stime fatte dalla Federazione del settore alimentare della Confesercenti (Fiesa) il mercato complessivo dei prodotti alimentari tipicamente natalizi ammonta a circa un miliardo di euro, il 30% monopolizzato dai dolci (panettone e pandoro soprattutto) per una vendita di circa 80 milioni di pezzi. Svetta su tutti il panettone tradizionale con il 45%, seguito dal pandoro con il 34% ed infine dai 'farciti' con circa il 10%".

Per quanto riguarda gli spumanti, la spesa complessiva è di circa 270 milioni di euro, con 52 milioni di bottiglie sulle tavole, mentre per i vini la spesa prevista dalla Fiesa si aggira sui 95 milioni di euro.

"Ma nel periodo natalizio si spenderanno anche 900 milioni per la carne e 730 milioni di euro per ortaggi e frutta fresca, 330 per il pesce".

Per quanto riguarda i regali, anche quest'anno gli italiani privilegeranno bambini e familiari, e ne faranno in media sette.

"La maggioranza degli italiani (57%) dichiara, almeno per quest'anno, di non doversi indebitare per fare i regali, sia pure sotto il segno della moderazione. Ma c'è un cospicuo 36% che pur di fare festa con i pacchetti sotto l'albero ha deciso di intaccare i risparmi prudentemente accantonati durante l'anno", conclude la nota.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Illuminazioni di Natale in foto d'archivio. REUTERS/Ricardo Moraes</p>