Vaticano allontana definitivamente Milingo

giovedì 17 dicembre 2009 16:43
 

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - L'ex arcivescovo africano Emmanuel Milingo, esorcista e guaritore che causò uno scandalo nella Chiesa Cattolica quando sposò una coreana, è stato privato oggi dello stato sacerdotale dal Vaticano.

Un comunicato del Vaticano dice che Milingo, scomunicato nel 2006, non è più sacerdote. Il testo si riferisce al discusso religioso come il "Signor Milingo".

Secondo il portavoce vaticano, l'inusuale provvedimento è stato disposto perché Milingo, originario dello Zambia, ha ordinato vescovi senza averne alcun titolo, avendo preso parte a un movimento secessionista che consente ai preti di sposarsi.

Il Vaticano ha scomunicato l'arcivescovo settantanovenne quando, in una fiammata di notorietà a Washington, ordinò preti quattro uomini sposati come parte del gruppo "Preti Sposati Ora".

Secondo la legge canonica, la destituzione di Milingo comporta che l'ex arcivescovo non potrà più esercitare gli obblighi sacerdotali né potrà indossare gli abiti ecclesiastici.

Il Vaticano ha avvertito i credenti che qualsiasi partecipazione ad eventi organizzati da Milingo, che ha avuto un gran seguito negli anni 80 e 90, è da considerarsi "contrario alla legge".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Emmanuel Milingo e la moglie Sung Ryae Anna Soon in una conferenza stampa dopo il matrimonio che li uniti nel 2001. REUTERS/Brad Rickerby/Files</p>