Roma,scalata Angelini con ok Unicredit, Mediobanca,dice Espresso

mercoledì 16 dicembre 2009 16:47
 

ROMA (Reuters) - L'industriale del farmaco Francesco Angelini starebbe preparando l'acquisto della società As Roma con un piano "che passa per Unicredito e Mediobanca" e una tempistica imminente.

Lo si legge in una anticipazione del prossimo numero del settimanale l'Espresso, diffusa alle agenzie.

Non è stato al momento possibile avere un commento da Angelini.

Per quanto riguarda la scalata "la tempistica è imminente e - bisogna specificare - non passerà attraverso la Borsa", spiega il settimanale, dato che la squadra è controllata per due terzi dalla non quotata Roma 2000 che, a sua volta, è al 100% di Italpetroli, della famiglia Sensi.

"La strada dovrebbe essere quella di un'offerta formale a Italpetroli, completa di prezzo e dettagli vari. La proposta va presentata per conoscenza anche alla Consob, l'organismo di vigilanza che stenta a tenere a bada la ridda di voci sul club. L'unica alternativa a questo schema sarebbe un accordo privato diretto fra la famiglia Sensi e Angelini. Ma nessuno considera realistica l'ipotesi", aggiunge il settimanale.

A fine novembre Mf aveva invece lanciato l'ipotesi di una cordata alternativa capitanata dall'imprenditore roma Giovanni Malagò, il quale aveva però smentito "categoricamente" a Reuters l'ipotesi.

La cessione della As Roma, controllata dalla famiglia Sensi che ha come adviser Mediobanca, è al centro delle tensioni tra i Sensi e Unicredit. La banca ha deciso di avviare un pressing per la restituzione dei crediti della famiglia, che ammontano a 325 milioni di euro.

Intorno alle 16,00 il titolo della squadra di calcio sale del 10,15%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il presidente della As Roma Rosella Sensi. REUTERS/Dario Pignatelli</p>