Usa, città di Washington approva legge su matrimoni gay

mercoledì 16 dicembre 2009 13:20
 

WASHINGTON (Reuters) - Il consiglio comunale di Washington ha approvato ieri la legge a favore dei matrimoni omosessuali, con la capitale degli Usa che diventerebbe così il sesto stato a consentire le unioni tra persone dello stesso sesso.

La legge, che è passata con 11 voti a favore e solo due contrari, finirà ora sul tavolo del sindaco Adrian Fenty, che ha già fatto sapere di essere intenzionato a firmarla.

Tutti i disegni di legge approvati nella capitale, che conta 590.000 abitanti ed è conosciuta come Distretto di Columbia, devono essere esaminati per 30 giorni dal Congresso Usa prima di poter diventare legge.

Anche la legislazione sui matrimoni omosessuali deve essere quindi sottoposta all'esame del Congresso che, almeno stando a quanto riferito dagli attivisti, non dovrebbe comunque alterarla.

Il Consiglio di D.C. ha già approvato ad inizio 2009 una legge che riconosce i matrimoni tra gay celebrati in altri stati, per cui l'approvazione del Religious Freedom and Civil Marriage Equality Amendment di ieri era ampiamente prevista.

Massachusetts, Iowa, Vermont e Connecticut sono stati i primi quattro stati ad aver legalizzato i matrimoni tra omosessuali, mentre in New Hampshire queste unioni avranno valenza legale dal primo gennaio 2010.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia