Clima, corteo a Copenaghen invoca accordo. Decine arresti

sabato 12 dicembre 2009 17:41
 

COPENAGHEN (Reuters) - Decine di migliaia di attivisti manifestano oggi a Copenaghen nella "Giornata dell'Azione" per chiedere ai negoziatori che partecipano alla conferenza Onu sul clima un accordo forte per combattere il surriscaldamento globale.

"Bla Bla Bla. Agite ora!", "Non c'è un pianeta B" e "Cambiate la politica, non il clima" sono solo alcuni degli slogan che si possono leggere sui cartelloni agitati dai manifestanti, alcuni dei quali mascherati da orsi polari e da panda.

La maggior parte della manifestazione si è svolta in una atmosfera "carnevalesca", ma la polizia ha fermato un gruppo di circa 200-300 attivisti vestiti di nero in coda al corteo dopo che avevano tirato alcune bottiglie. L'agenzia di stampa Ritzau ha riferito che ne sono stati arrestati almeno 62.

Secondo la polizia, a Copenaghen si sono riuniti 25.000 manifestanti, mentre per gli organizzatori sono 100.000.

Non è solo la capitale danese ad essere interessata dalle manifestazioni oggi: gli attivisti si sono dati appuntamento in tutto il mondo, dagli Usa alle Fiji, per far sentire la loro voce, nella speranza che serva a spingere i delegati verso un accordo forte e legalmente vincolante.

Nella capitale danese, i dimostranti provenienti da ogni parte del mondo hanno marciato per 6 km fino al Bella Center, dove si tengono i negoziati della conferenza, a cui partecipano delegati di 190 Paesi.

Un portavoce della polizia ha spiegato che è in corso anche un'altra manifestazione parallela e non autorizzata, tenuta sotto sorveglianza. Undici persone sono state fermate per disturbo della quiete pubblica, violazione delle leggi sulle armi e possesso di droga.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Una immagine del corteo dei manifestanti a Copenaghen. REUTERS/Bob Strong (DENMARK - Tags: ENVIRONMENT CIVIL UNREST)</p>