Case discografiche scommettono su nuovo sito Vevo.com contro Mtv

mercoledì 9 dicembre 2009 12:31
 

NEW YORK (Reuters) - Le case discografiche Universal Music Group e Sony Music Entertainment hanno lanciato ieri un proprio sito web dedicato alla musica, Vevo.com, che dispone di circa 30mila video musicali.

Vevo offre anche musica dell'etichetta Emi Music, oltre alla programmazione delle stazioni radio di Cbs e di Last.fm, entrambe di proprietà di Cbs.

L'idea è quella di create la Mtv dell'era digitale, un sito musicale dove trovare le ultime novità in fatto di video ma anche quelli storici. Un modello di business simile a quello di Hulu, il popolare sito dedicato al cinema e alla tv.

Il debutto di Vevo avviene mentre le società discografiche continuano a perdere ricavi e profitti a causa dell'impatto combinato del calo di vendite di cd, della pirateria online e del diverso modo in cui i consumatori oggi scoprono la musica.

Per giunta, Mtv Networks, di cui è proprietaria Viacom, non è più considerato il luogo per eccellenza per i video musicali, e YouTube che pure è diventato un importante strumento per scoperta musicale per le case discografiche, non è riuscito però ad attirare maggiori entrate grazie alla pubblicità.

Ma Vevo è una cosa abbastanza diversa da YouTube con i suoi videoclip spesso prodotti dagli stessi utenti, soprattutto per l'alto valore dei suoi video e degli artisti che vi compaiono.

Il lancio di vevo è stato possibile anche grazie alla partnership con una ventina di importanti nomi commerciali, come Colgate-Palmolive Co., MasterCard ., McDonald's, e AT&T. Questi inserzionisti pagheranno dai 20 ai 45 dollari per ogni 1.000 pagine viste, ha detto l'amministratore delegato di Vevo Rio Caraeff in un'intervista.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un utente al computer. REUTERS/Finbarr O'Reilly</p>