Sanità, Ocse: spesa pro-capite Italia sotto media. Usa "primi"

martedì 8 dicembre 2009 18:16
 

LONDRA (Reuters) - Gli Stati Uniti spendono per la sanità più di qualunque altra nazione del mondo ma la sanità più cara non è sempre la migliore. Lo ha detto oggi l'Ocse, diffondendo il suo rapporto annuale sul settore da cui emerge che la spesa sanitaria pro-capite dell'Italia è sotto la media dei Paesi Ocse.

La riforma sanitaria ha dominato la politica americana per mesi col presidente Barack Obama che cerca di controllare i costi e contemporaneamente allargare la copertura sanitaria ai 46 milioni di americani che al momento non ne hanno alcuna.

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che ha sede a Parigi, nel suo rapporto mostra che gli Stati Uniti nel 2007 hanno speso 7.290 dollari pro-capite per la sanità, il 16% del suo Pil e quasi due volte e mezzo più della media dei Paesi Ocse che è di 2.984 dollari.

Ma gli Stati Uniti sono anche nella minoranza di Paesi, con la Turchia e il Messico, che non sono riusciti a garantire una copertura universale o quasi-universale ai propri cittadini.

La spesa sanitaria pro-capite italiana nel 2007 è stata di 2.686 dollari, che la colloca al 19esimo posto dei 30 Paesi Ocse. La "top ten", dopo il primo posto occupato dagli Usa, vede Norvegia, Svizzera, Lussemburgo, Canada, Olanda, Austria, Francia, Belgio, con la Germania a chiudere al decimo posto.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un'ambulanza davanti a un ospedale della Capitale. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>