Scala, applausi e fischi per Carmen, proteste in piazza

lunedì 7 dicembre 2009 22:20
 

di Ilaria Polleschi

MILANO (Reuters) - Applausi e qualche fischio sul palco, tensioni in piazza e un minuto di silenzio da parte dell'orchestra in solidarietà con chi è in difficoltà per la crisi economica: si è conclusa così la tradizionale prima alla Scala di Milano, che nel giorno di Sant'Ambrogio ha visto in scena un'insolita "Carmen" di Georges Bizet.

Come nella migliore tradizione, al termine dei quattro atti dell'opera -- durata circa quattro ore e iniziata intorno alle 18 -- si sono alternati più di 10 minuti di applausi, soprattutto per il direttore argentino Daniel Barenboim e per i due protagonisti, e sonori 'booo' e fischi per la regista siciliana Emma Dante, al suo debutto nella lirica, che ha optato per una ambientazione 'minimal' in linea con i tempi di crisi attuale, ma che non è riuscita a convincere i più critici.

Fuori dal tempio dei melomani, sotto la pioggia, hanno invece manifestato per tutto il pomeriggio lavoratori di aziende in crisi e delle fondazioni liriche, per protestare contro i tagli del governo, che si sono confrontati brevemente anche con le forze dell'ordine nel tentativo di oltrepassare le transenne poste a protezione del teatro.

Prima dell'inizio dell'opera, gli orchestrali hanno rispettato un minuto di silenzio, seguito dall'inno di Mameli, idealmente dedicato al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che nella pausa del secondo atto è andato anche a salutare le maestranze.

Poi la scena è stata tutta per la "Carmen", considerata l'opera più rappresentata al mondo, proposta per la prima volta al Teatro dell'Opéra-Comique di Parigi il 3 marzo 1875, dove ricevette un'accoglienza piuttosto fredda.

"La Carmen è un'opera eccezionale ed è stata una scelta coraggiosa", ha detto arrivando in teatro il sindaco Letizia Moratti, con un lungo abito verde di Armani e vistosi pendenti di smeraldo. "Non è stata apprezzata quando è uscita, come succede spesso alle grandi opere", ha aggiunto il primo cittadino, ricordando come con il cast -- che comprende artisti di tutto il mondo - "la Scala si conferma nazionale e internazionale".

In scena, a vestire i panni di Carmen è stata la 25enne georgiana Anita Rachvelishvili, già molto applaudita nell'anteprima per gli under30 di venerdì scorso, mentre Don José aveva il volto dell'applauditissimo tedesco Jonas Kaufmann.

DAN BROWN: NEL FOYER PERSONAGGI DA ROMANZO   Continua...

 
<p>La folla fuori dal Teatro La Scala di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>