Ong italiana lancia Malindi Music Festival contro abusi su bimbi

venerdì 4 dicembre 2009 16:09
 

ROMA (Reuters) - Il Cisp-Sviluppo dei popoli, Ong italiana che opera nel campo della lotta all'esclusione, lancerà domani a Malindi, in Kenya, la prima edizione del Malindi Music Festival for Children, evento dedicato alla musica e alla solidarietà in difesa dei diritti dei minori.

L'evento, che avrà come testimonial d'eccezione Tullio De Piscopo, si inserisce nell'ambito della campagna "Malindi Protegge i Bambini", finanziata dalla Cooperazione Italiana attraverso l'Unicef, con l'obiettivo di prevenire e combattere ogni forma di sfruttamento sessuale dei bambini.

"Sono onorato di poter partecipare al Malindi Music Festival for Children. E' bellissima l'idea di difendere i diritti dei bambini attraverso la musica popolare, lanciando un messaggio proprio dall'Africa, continente dal quale è nato ogni ritmo", ha detto De Piscopo, a cui sarà affidato il compito di chiudere la manifestazione con le sue percussioni.

Oltre a De Piscopo saranno presenti al Festival noti musicisti kenioti, che si alterneranno sul palco ai 20 gruppi di musica locale e ai bambini in una kermesse che durerà una intera giornata.

"Gli abusi sessuali nei confronti dei bambini non si combattono solo con la repressione da parte della polizia, che pure è fondamentale. E' tutta la comunità che deve rifiutare il fenomeno e renderlo impraticabile", ha commentato Sandro De Luca, responsabile Area-Africa del Cisp durante la conferenza stampa di presentazione dell'evento.

De Piscopo, anch'egli presente in conferenza stampa, ha ricordato l'importanza dell'universalità del messaggio di condanna degli abusi sui minori, una piaga presente non solo nel continente africano.

"La musica, come le altre forme d'arte, può aiutare a far passare un messaggio di solidarietà come quello di questo Festival e dire basta, tutti insieme, a ogni forma di abuso sui minori", ha detto l'artista campano.

"Sono nato a Napoli, che è un posto molto bello per i turisti - ha ricordato De Piscopo - ma nasconde tantissimi ghetti dove spesso i bambini si trovano a vivere subendo molti soprusi".

Il Cisp, organizzazione non governativa nata nel 1983 e presente in Kenya dal 1991, realizza progetti di aiuto umanitario non solo in Africa. In collaborazione con vari partner locali, infatti, l'organizzazione è attiva in più di 30 paesi in Africa, America Latina, Medio Oriente, Asia e Europa dell'Est.

Nei paesi dell'Unione Europea, tra l'altro, svolge progetti di informazione, formazione, educazione allo sviluppo, lotta al razzismo e all'esclusione sociale, promozione della solidarietà internazionale.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia