Vino, sondaggio: 8 italiani su 10 preferiscono vitigni autoctoni

giovedì 3 dicembre 2009 16:12
 

ROMA (Reuters) - Fra gli amanti del buon vino, nel nostro Paese otto su dieci preferiscono prodotti realizzati con uve di vitigni italiani, primi fra tutti Sangiovese e Nebbiolo. Lo rivelano un sondaggio di winenews.it, uno di siti di riferimento degli enoappassionati, e Vinitaly, rassegna di riferimento dell'enologia mondiale.

L'83% del campione - 1.456 enonauti, appassionati di vino e web - preferisce varietà nazionali, contro il 17% che privilegia vitigni internazionali.

Tra i vitigni autoctoni più amati dagli intervistati, in testa ci sono Sangiovese (31% delle preferenze) e Nebbiolo (29%), seguiti da Barbera (10%), Aglianico (9%), Montepulciano d'Abruzzo (5%), Nero d'Avola (4%) e Sagrantino (3%).

Ma le varietà nazionali amate sono tante, anche meno note al grande pubblico: Greco, Tocai, Corvina, Verdicchio, Negroamaro, Fiano, Cannonau, Primitivo, Lambrusco, Dolcetto, Prosecco, Refosco, Grillo, Malvasia.

Per il 71% del campione, poi, il rapporto tra vitigno e territorio è "fondamentale" per l'identità di un vino. Le accoppiate che meglio esprimono questo legame sono quelle costituite dal Barolo e dalle Langhe (33%), Chianti Classico-Chianti (19%), Brunello-Montalcino (11%), Barbaresco-Langhe (8%), seguite da Amarone-Valpolicella, Sagrantino-Montefalco, Prosecco-Conegliano e Valdobbiadene.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Vendemmia in un vitigno in Franciacorta. REUTERS/Stefano Rellandini (ITALY FOOD SOCIETY)</p>