Hollywood, a processo 4 accusati di furti nelle ville delle star

giovedì 3 dicembre 2009 10:22
 

LOS ANGELES (Reuters) - Un uomo e tre giovani si sono dichiarati non colpevoli in merito all'accusa di essersi introdotti nelle ville di alcune star di Hollywood, tra cui Orlando Bloom e Lindsey Lohan, e aver rubato gioielli e altri oggetti per un valore di svariati milioni di dollari.

Nicholas Prugo, Diana Tamayo, Courtney Leigh Ames, tutti di 19 anni, e Roy Lopez Jr., di 27, erano stati accusati ad ottobre di furto con scasso, proprio in seguito ai furti subiti da alcuni vip americani, comprese le attrici Megan Fox e Paris Hilton.

I furti, cominciati a dicembre 2008 e durati fino ad ottobre di quest'anno, avvenivano sempre mentre le celebrità non si trovavano a casa.

Prugo aveva confessato il suo coinvolgimento nel caso e aveva indicato gli altri sospetti alla polizia, secondo quanto ricostruito dai media. A gennaio verrà fissata la data per il processo preliminare per i quattro.

Una quinta sospettata, la 18enne Alexis Neiers, si era dichiarata colpevole lo scorso mese per uno dei casi incriminati. I pubblici ministeri hanno fatto sapere che i cinque sospetti, tutti residenti nell'area di Los Angeles, rischiano fino a sei anni di carcere.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Orlando Bloom. REUTERS</p>