"Caro Papi Natale": online il libro con 101 domande a Berlusconi

mercoledì 2 dicembre 2009 16:45
 

ROMA (Reuters) - E' online da oggi "Caro Papi Natale, 101 domande al Reticente del Consiglio", l'instant book realizzato in occasione del "No B Day" che raccoglie le domande di migliaia di utenti della Rete al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Il libro, nato dal blog "Rassegna stanca" sulla scia delle dieci domande al premier formulate dal quotidiano la Repubblica, raccoglie gli interrogativi più vari, sia seri che scherzosi, sottoposti da circa 5mila persone.

"In questo libro ci sono 101 domande. Potevano essere molte di più. E' stata fatta una selezione, talvolta arbitraria, lasciando ... quelle più cliccate dai lettori del blog Rassegna Stanca", si legge nell'introduzione dell'instant book.

Cinque i capitoli del libro: "Papino, ovvero il cantante, le scope elettriche, il nuovo miracolo italiano", "Chi ha incastrato Papi Rabbit, ovvero la politica, le toghe rosse, la teoria dell'eterno complotto", "Il Papi quotidiano, ovvero i complicati rapporti tra il Cav e la stampa", "Il Pap(p)one, ovvero storie di Noemi, Sabina Began e altre veline", e "Il Papocchio, ovvero un po' di interrogativi sfusi".

DALLE SCOPE ELETTRICHE AI TERREMOTATI

Le domande sono le più varie: dal numero di scope elettriche vendute porta a porta all'inizio della carriera per mettere insieme il denaro per la costruzione di Milano2, a possibili infiltrazioni di Cosa Nostra nel partito fondato da Berlusconi

Riguardo ai rapporti coi media, una delle domande recita: "Ha definito la stampa estera sotto-tappeto della sinistra italiana. Pensa davvero che il Pd sia in grado di orientare gli editoriali di Le Monde, New York Times, Financial Times o Daily Telegraph?".

Nutrito il capitolo sui rapporti con veline, ministre, con la moglie Veronica Lario. Tra le tante domande: "Può dirsi certo che le sue frequentazioni non abbiano compromesso gli affari di Stato? Può rassicurare il Paese che nessuna donna, sua ospite, abbia oggi in mano armi di ricatto?"; "Lei oggi potrebbe ancora partecipare al Family Day o firmare una legge che punisce il cliente di una prostituta?".

E ancora: "Secondo l'avvocato (e parlamentare Niccolò) Ghedini lei è solo l'utilizzatore finale. In che rapporti è con il pappone iniziale?", "Secondo Lei se Osama Bin Laden si tagliasse la barba, comprasse una parrucca bionda e indossasse un paio di tette finte riuscirebbe a intrufolarsi a Palazzo Grazioli?"; "Cialis, Viagra o tecnologia?".   Continua...

 
<p>Noemi Letizia. Di lei si parla in uno dei capitoli del libro. REUTERS/Tony Gentile</p>