Lanciò scarpe a Bush, riceve stesso servizio da collega iracheno

mercoledì 2 dicembre 2009 10:53
 

PARIGI (Reuters) - Il giornalista iracheno incarcerato per aver lanciato le scarpe contro l'ex presidente americano George W. Bush ha ricevuto ieri da un collega connazionale lo stesso trattamento a Parigi.

Muntazer al-Zaidi, diventato il simbolo della rabbia degli iracheni dopo il gesto dello scorso dicembre, stava intervenendo ad una conferenza stampa per promuovere la sua campagna a favore delle vittime della guerra in Iraq, quando un uomo tra il pubblico gli ha lanciato una scarpa.

Come si vede dal filmato mandato in onda dalla tv, la calzatura ha colpito il muro dietro di lui.

Secondo quanto hanno riportato i media francesi, l'autore del gesto -- un giornalista iracheno in esilio -- prima di procedere al lancio ha difeso la politica americana, accusando Zaidi di difendere una dittatura.

Le immagini in cui Zaidi urla a Bush "questo è un bacio di arrivederci da parte del popolo iracheno, cane" durante una conferenza stampa prima di lanciargli una scarpa sono state viste da milioni di persone in tutto il mondo, e sono diventate il simbolo dei sentimenti di molti iracheni nei confronti dell'invasione americana.

Per il gesto Zaidi, giornalista televisivo, era stato condannato a tre anni, pena poi ridotta a 12 mesi.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Muntazer al-Zaidi in una immagine di archivio. REUTERS/Denis Balibouse</p>