Serie A, presidente calciatori:cori razzisti? Sospendere partite

lunedì 30 novembre 2009 17:02
 

MILANO (Reuters) - La partita tra Juventus e Inter, che si disputerà sabato sera a Torino, dovrebbe essere sospesa in caso di cori razzisti. Lo ha detto oggi il presidente dell'Associazione Italiana Calciatori.

Già lo scorso anno la Juventus fu costretta a giocare una partita a porte chiuse, quella contro l'Atalanta, a causa dei cori contro l'attaccante di colore dell'Inter Mario Balotelli.

Nonostante questo i tifosi della Juve hanno nuovamente intonato cori contro il centravanti nerazzurro nelle ultime uscite della squadra allenata da Ciro Ferrara.

"E' sempre difficile sospendere una partita, ma se vogliamo vincere questo atteggiamento odioso, non dobbiamo avere paura di farlo", ha detto Sergio Campana, presidente dell'Aic.

"Dobbiamo dare l'opportunità ai capitani (di ogni squadra) di chiedere la sospensione della partita".

Il presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Giancarlo Abete, ha invece detto che l'arbitro, di comune accordo con la polizia, può decidere di sospendere il match per 10 minuti in caso di cori razzisti, ma non è ancora chiaro quale possa essere in tal senso il ruolo dei due capitani.

Il capitano dell'Inter, l'argentino Javier Zanetti, ha detto che non esiterà nel chiedere l'intervento dell'arbitro in caso di cori razzisti, anche se il tecnico della squadra campione d'Italia, José Mourinho, ha già fatto sapere che non ritirerà la squadra dal campo per via della possibile sconfitta a tavolino.

Balotelli, nato a Palermo ma di origini ghanesi, potrebbe addirittura nemmeno essere presente a Torino, vista la tribuna cui è stato costretto ieri per scelta del tecnico Mourinho, che non ha escluso di lasciare a casa l'attaccante anche per il "big match" di sabato.

La Juventus, che dopo la sconfitta di ieri a Cagliari è scivolata al terzo posto a otto punti dalla capolista Inter, è già stata multata per i cori razzisti contro Balotelli durante la partita con l'Udinese.

Ieri, però, proprio al Sant'Elia di Cagliari, è stato il centrocampista maliano della Juve Sissoko ad essere oggetto di cori razzisti da parte dei tifosi isolani.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>L'attaccante dell'Inter Mario Balotelli dopo il gol alla Juventus il 18 aprile del 2009. REUTERSAlessandro Bianchi</p>