In Sud Corea cancellata norma che puniva sesso prematrimoniale

giovedì 26 novembre 2009 11:14
 

SEOUL (Reuters) - La Corte Costituzionale della Corea del Sud ha cancellato una norma del codice panale vecchia di 50 anni che dichiarava illegale la condotta di un uomo che promette a una donna di sposarla per avere sesso in cambio.

La corte ha stabilito che il codice violava il diritto costituzionale della donna alla libertà sessuale e che lo stato deve astenersi dall'interferire in questioni così personali.

Le parti lese, due uomini che avevano fatto ricorso contro le sentenze di condanna, sostenevano che il sesso prematrimoniale dovrebbe essere una questione morale e personale, non un argomento sul quale istruire un processo.

Il codice penale prevede fino a due anni di prigione e una multa di cinque milioni di won (2.900 euro circa) per "chiunque abbia un rapporto sessuale illecito con donne che abitualmente non si abbandonano a condotte lascive fingendo di volerla sposare".

Alcuni gruppi per i diritti umani hanno detto che la norma, di 56 anni fa, pensata per proteggere le donne era anacronistica in quanto considerava queste ultime come esseri inferiori.

La stessa corte, l'anno scorso aveva ribadito la validità della norma del codice penale che vietava il sesso extraconiugale, sostenendo che la punizione non fosse eccessiva perché la società percepiva ancora tale condotta come sconveniente.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un "matrimonio di massa" celebrato ad Asan, a sud di Seoul. La Corte Costituzionale ha eliminato una norma che puniva gli uomini che ingannavano le donne promettendo di sposarle solo per avere sesso. REUTERS/Lee Jae-Won</p>