Violenza donne, Napolitano:vera emergenza, 140 milioni vittime

mercoledì 25 novembre 2009 13:43
 

ROMA (Reuters) - In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricordato che nel mondo sono oltre 140 milioni le donne vittime di violenze di ogni tipo, parlando di un fenomeno che in Italia è in aumento e che, a livello mondiale, rappresenta una "vera emergenza".

"E' triste dover ricordare che anche in Italia, nonostante la recente introduzione di norme opportunamente più severe, i casi di violenza, i soprusi e le intimidazioni sono in aumento. Ai necessari interventi di tipo repressivo (...) si debbono affiancare azioni concrete per diffondere una concezione della donna che rispetti la sua dignità di persona", ha detto Napolitano in un messaggio scritto per l'occasione.

Il capo dello Stato inoltre ha ricordato che sono "più di 140 milioni le donne vittime di violenze di ogni tipo" e che "matrimoni forzati che coinvolgono anche bambine, mutilazioni genitali, stupri generalizzati in contesti di guerra non devono apparirci lontani e a noi estranei".

"La barbarie della violenza contro le donne non è stata estirpata neppure nei paesi economicamente e culturalmente avanzati", ha aggiunto Napolitano precisando che c'è ancora molto da fare "in ogni parte del mondo", ha aggiunto Napolitano.

Secondo dati già diffusi dall'Istat, in Italia circa una donna su tre - dai 16 ai 70 anni - nel corso della propria vita è stata vittima della violenza fisica o sessuale.

Secondo l'Istat, nella fascia di età presa in considerazione, se sono 6 milioni 743.000 le donne vittime di violenza fisica o sessuale (il 31,9%), 5 milioni di donne hanno subito violenze sessuali (23,7%) e 3 milioni 961.000 violenze fisiche (18,8%).

Dall'indagine - realizzata nel 2006 su un campione di 25.000 donne di età compresa tra i 16 e i 70 anni e diffusa nel 2007 - emergeva anche che circa 1 milione di donne ha subito stupri o tentati stupri (4,8%).

"Il 14,3% delle donne con un rapporto di coppia attuale o precedente ha subìto almeno una violenza fisica o sessuale dal partner. Se si considerano solo le donne con un ex partner la percentuale arriva al 17,3%. Il 24,7% delle donne ha subito violenze da un altro uomo. Mentre la violenza fisica è più di frequente opera dei partner (12% contro 9,8%), l'inverso accade per la violenza sessuale (6,1% contro 20,4%) soprattutto per il peso delle molestie sessuali. La differenza, infatti, è quasi nulla per gli stupri e i tentati stupri", aveva rilevato ancora l'Istituto di ricerca.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. REUTERS/David Blumenfeld/Pool</p>