F1, Briatore chiede a corte francese di annullare radiazione

martedì 24 novembre 2009 18:21
 

PARIGI (Reuters) - L'ex-team boss della Renault, Flavio Briatore, ha chiesto oggi a un tribunale francese di rivedere la squalifica a vita dalla Formula Uno che lo ha colpito due mesi fa, sostenendo che gli è stato negato il suo diritto a una difesa giusta.

Il tribunale ha detto che dovrebbe emettere il verdetto il prossimo 5 gennaio.

Briatore ha chiesto anche un risarcimento di un milione di euro alla Federazione internazionale automobilistica (Fia) per un pregiudizio morale nei suoi confronti.

"Il mio cliente chiede soltanto di poter fare ciò che vuole e di riavere la sua libertà... E' calmo e determinato", ha spiegato il legale di Briatore prima dell'udienza.

Briatore lo scorso settembre è stato radiato dalla Fia per il ruolo che ha avuto in un incidente d'auto al Gran Premio di Singapore dello scorso anno.

Il pilota brasiliano Nelson Piquet Jr, licenziato dalla Renault ad agosto, ha riferito alla Fia che gli era stato detto di fare appositamente l'incidente nel corso di quella gara. Piquet Jr ha detto anche di aver provocato l'incidente per costringere all'uscita la safety car e aiutare così il suo compagno di scuderia, Fernando Alonso, a vincere la corsa.

La scuderia Renault è stata condannata a una sospensione di due anni con la condizionale.

Secondo il suo legale, Briatore crede che la Fia non possa emettere sanzioni a tempo indeterminato e che la sua squalifica non sia stata imposta da un giudice imparziale a causa dei suoi burrascosi rapporti con l'allora presidente della Fia, Max Mosley.

Briatore inoltre ha detto che una parte dell'impianto accusatorio si basa su un testimone anonimo, il cui nome non è mai stato reso noto.   Continua...

 
<p>Briatore in una foto d'archivio. REUTERS/Johannes Eisele (GERMANY SPORT MOTOR RACING HEADSHOT)</p>