Juve:Moggi,Giraudo e Bettega assolti da accusa falso in bilancio

martedì 24 novembre 2009 12:37
 

TORINO (Reuters) - Luciano Moggi, Antonio Giraudo e Roberto Bettega sono stati assolti "perché i fatti non sussistono" dall'accusa di falso in bilancio in merito a presunte plusvalenze realizzate grazie alla compravendita di calciatori, all'epoca in cui i tre erano dirigenti della Juventus.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

La Procura di Torino aveva chiesto, per i tre ex dirigenti bianconeri, condanne da due a tre anni di reclusione. Il processo, che si è celebrato con rito abbreviato, ha invece portato all'assoluzione dei tre da tutti i capi di imputazione.

La Juventus, chiamata in causa come società, aveva chiesto il patteggiamento e il pagamento di una pena pecuniaria, ma il giudice Dante Cibinel ha assolto la società bianconera in quanto i "fatti non sussistono".

Bettega si è dimesso nel 2007 dalla Juve, di cui è stato vice presidente, dopo essere uscito dal cda della società a seguito del cosiddetto scandalo "Calciopoli", nel 2006.

Moggi e Giraudo -- rispettivamente ex direttore generale ed ex amministratore delegato della squadra bianconera -- erano invece rimasti direttamente coinvolti nello scandalo, e interdetti per cinque anni dalle cariche federali sportive.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus. REUTERS/Alessandro Bianchi</p>