Diritti umani, Onu condanna Corea del Nord e Myanmar

venerdì 20 novembre 2009 13:25
 

NAZIONI UNITE (Reuters) - Una commissione speciale dell'Assemblea generale dell'Onu ieri ha condannato Corea del Nord e Myanmar per violazioni diffuse dei diritti umani.

La Terza commissione dell'Assemblea generale, che si occupa di questioni legate ai diritti umani, ha approvato una risoluzione sulla Corea del Nord per 97 voti a 19, con 65 astenuti.

Una risoluzione analoga sul Myanmar, l'ex Birmania, è passata per 92 a 26, sempre con 65 astenuti.

La risoluzione sulla Corea del Nord parla di "preoccupazioni molto serie" per quelle che il rapporto definisce "violazioni sistematiche, diffuse e gravi dei diritti civili, politici, economici, sociali e culturali".

Fra le violazioni attribuite a Pyongyang, torture, condizioni inumane di detenzione, esecuzioni pubbliche, punizioni collettive e "l'esistenza di un gran numero di campi di prigionia e l'uso esteso dei lavori forzati".

Il vice ambasciatore della Corea del Nord all'Onu, Pak Tok Hun, ha bollato la risoluzione come un attacco politico dei nemici del suo Paese.

Anche l'inviato all'Onu del Myanmar, Than Swe, ha respinto la risoluzione contro il suo Paese.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia