Fao, agricoltori in piazza a Roma contro la crisi del settore

lunedì 16 novembre 2009 15:29
 

ROMA (Reuters) - Contadini di diverse regioni, alcuni dei quali arrivati addirittura dalla Sicilia in trattore, si sono dati appuntamento questa mattina a Roma per protestare contro la crisi dell'agricoltura, in occasione del primo giorno del vertice Fao.

Da piazza San Giovanni a piazza Vittorio circa 1.500 contadini hanno sfilato con catene al collo, cappi, bare e campanacci per richiamare l'attenzione sulla crisi del settore.

"2012 fine del mondo, 2009 fine dell'agricoltura", diceva un cartello. Su un altro la foto del premier Silvio Berlusconi nei panni di Gesù, e sotto la scritta: "Cavaliere nostro che sei nei cieli, aiuta il Sud che il Sud ti ha già aiutato".

"Il problema di fondo è garantire loro un reddito", ha detto a Reuters Tv il sindaco di Corleone parlando degli agricoltori, che vogliono condizioni che consentano loro di "non dover sottostare a nessuna legge che non sia quella di mercato".

Circa 300 trattori sono arrivati a Roma dalla Sicilia stamattina dopo quattro giorni di cammino. Ma una volta giunti all'Eur, si sono sentiti dire che la partecipazione al corteo era autorizzata solo per tre di loro, cosa che ha suscitato momenti di tensione.

 
<p>Contadini di diverse regioni, alcuni dei quali arrivati addirittura dalla Sicilia in trattore, si sono dati appuntamento questa mattina a Roma per protestare contro la crisi dell'agricoltura, in occasione del primo giorno del vertice Fao. Nella foto d'archivio la protesta degli allevatori in Lussemburgo. REUTERS/Charles Caratini</p>