Scoperto in Valsesia unico vulcano emerso da profondo

domenica 15 novembre 2009 13:29
 

di Gabriella Bruschi

MILANO (Reuters) - E' a due passi da Torino, in Valsesia, l'unico posto al mondo in cui un vulcano è emerso dal profondo, portando in superficie la 'Fucina di Efesto' fino ad ora imperscrutabile. Ed è triestino uno dei due studiosi che ha appena fatto la scoperta.

Grazie ad essa, i segreti finora irraggiungibili delle profondità della terra sono diventate un libro aperto, per la prima volta nella storia.

Già ora il gigante coricato sta dicendo che lo schema classico del vulcano va rivisto. Ma soprattutto sarà in grado di dare indicazioni sull'attività dei vulcani ancora attivi e su loro segni premonitori.

Silvano Sinigoi, 63 anni, geologo, professore di Petrologia all' università di Trieste, ha passato più di vent' anni a scrutare palmo a palmo la Valsesia, insieme a James Quick, prorettore della Southern Methodist University di Dallas. E lo scorso mese l' annuncio della scoperta: in quelle terre, circa 300 chilometri quadrati in Valsesia, dorme coricato un vulcano che ha portato alla luce del sole le sue viscere, rendendo accessibile ciò che gli altri vulcani tengono ben lontano dagli sguardi e dagli studi.

"E' il solo caso che si sia mai rilevato al mondo: un sistema vulcanico percorribile in orizzontale sulla superficie per circa 25 chilometri, invece che in verticale a profondità normalmente impossibili da raggiungere" dice Sinigoi in un'intervista esclusiva a Reuters.

Con gli attuali mezzi di penetrazione del terreno si può al massimo raggiungere i 15 chilometri, ma con grande dispendio di soldi, e spesso a temperature molto elevate.

Invece qui, tra Gattinara, Borgosesia, Varallo e Balmuccia, le terre di vino e di lanifici, si può leggere "più o meno comodamente" l'interno del vulcano.

"Comodamente mica tanto" scherza Sinigoi che per vent'anni si è calato in burroni, scalato montagne, arrampicato in anfratti, risalito fiumi, dormendo nei bivacchi nelle tende, accanto al vulcano addormentato. "Mi sono state preziose le conoscenze di alpinismo, per poter raggiungere alcuni tratti altrimenti impraticabili". Ma, certo, rispetto alla scomodità o all'impossibilità di raggiungere il profondo, questo è uno scherzo.   Continua...