Google e autori cercano di rassicurare su accordo libri online

sabato 14 novembre 2009 11:46
 

WASHINGTON (Reuters) - Google e il sindacato degli autori hanno predisposto una nuova versione dell'accordo per arrivare alla creazione di un'enorme biblioteca online, sperando di fugare così i timori in materia di antitrust e copyright negli Usa e all'estero.

Il progetto di Google di mettere milioni di libri online è stato lodato perché favorisce l'accesso ai volumi, ma è stato anche criticato per gli aspetti relativi alla privacy, all'antitrust e al copyright.

Secondo un documento di 30 pagine depositato dalle parti in tribunale ieri sera, è stata eliminata una sezione dell'accordo che avrebbe favorito il motore di ricerca con la creazione di un registro dei libri ed è stato deciso che il denaro derivante da opere anonime o non reclamate andrà ad una fiduciaria indipendente.

L'accordo deve essere approvato in tribunale, dopo che il dipartimento di Giustizia americano aveva raccomandato che la precedente versione venisse respinta per paura che potesse infrangere la legge antitrust e violasse quella su copyright.

"Abbiamo avuto numerose discussioni e un confronto con il dipartimento e sentiamo di aver soddisfatto i loro interrogativi più pressanti", ha spiegato Richard Sarnoff, presidente di Bertelsmann Digital Media.

L'accordo è pensato per risolvere una class action del 2005 intentata contro Google da autori ed editori, che accusavano il motore di ricerca di aver infranto il diritto d'autore per la scannerizzazione di intere biblioteche.

 
<p>Una maglietta con il logo di Google. REUTERS/Mario Anzuoni</p>