Influenza, quella stagionale può colpire l'Europa dopo l'H1N1

venerdì 6 novembre 2009 17:03
 

STOCCOLMA (Reuters) - Il virus H1N1 dell'influenza pandemica potrebbe uccidere fino a 40.000 persone in tutta Europa ed essere seguito da un'ondata di influenza stagionale che rischia di farne morire altrettante.

Lo ha detto oggi il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Cepcm), che ha sede a Stoccolma, precisando che l'epidemia di H1N1 sta ora affliggendo quasi tutti i paesi dell'Unione europea, ma non si può predire l'intensità del suo picco.

Quello che è certo, spiegano gli esperti del centro, è che la pandemia potrebbe continuare ad uccidere migliaia di persone e far finire molti pazienti in terapia intensiva.

"Tutti i paesi europei saranno colpiti e questo metterà una pressione considerevole sui sistemi sanitari", spiega il direttore del Centro Zsuzsanna Jakab.

L'istituto, che monitora le malattie nell'Unione europea e nell'area europea del libero commercio (Efta), sostiene che è difficile predire cosa porterà il mix di virus stagionale e pandemico, ma che c'è un rischio di epidemie di influenza stagionale "all'inizio del 2010, quando le ondate pandemiche saranno passate".

Angus Nicoll, che si occupa del coordinamento per l'influenza, ha spiegato che in una situazione non pandemica, l'influenza stagionale potrebbe uccidere fino a 40.000 persone in Europa, e che l'H1N1 potrebbe fare lo stesso.

RISCHI E DECESSI

Il Centro ha aggiunto che l'esperienza che arriva da Usa ed emisfero meridionale mostra che le donne in gravidanza che contraggono il virus hanno 10 volte più possibilità di finire in rianimazione rispetto a coloro che non presentano fattori di rischio. Chi ha asma o malattie respiratorie croniche rischia tre volte di più e chi è molto obeso ha un rischio sei volte superiore.

Secondo il centro, le prove finora mostrano anche che tra il 20 e il 30% dei morti da H1N1 hanno riguardato giovani in salute.   Continua...

 
<p>Il virus H1N1 dell'influenza pandemica potrebbe uccidere fino a 40.000 persone in tutta Europa ed essere seguito da un'ondata di influenza stagionale che rischia di farne morire altrettante. Lo ha detto oggi il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Cepcm), che ha sede a Stoccolma, precisando che l'epidemia di H1N1 sta ora affliggendo quasi tutti i paesi dell'Unione europea, ma non si pu&ograve; predire l'intensit&agrave; del suo picco. . REUTERS/Phil Noble</p>