Bari, morto il vescovo più anziano del mondo

venerdì 6 novembre 2009 16:36
 

BARI (Reuters) ­ - E' morto Antonio Rosario Mennonna, il vescovo più anziano del mondo, che fu investito da Pio XII e conobbe Mel Gibson.

Monsignor Mennonna, lucano, della diocesi di Potenza, aveva festeggiato i 103 anni lo scorso 27 maggio, nel suo paese di origine, Muro Lucano, dove ha trascorso gli ultimi anni di vita.

Fu nominato vescovo nel 1955 da Pio XII e per 21 anni guidò la diocesi di Nardò, nel Salento. Nel 1965 ricevette la medaglia d'oro dei Benemeriti della scuola, nel 1979 l'onorificenza di commendatore e nel 2006 fu nominato Grande Ufficiale. Partecipò al Concilio Vaticano Ecumenico II.

Toccò con mano la celebrità di Hollywood Mel Gibson, prima che interpretasse Gesù nel film "The Passion", girato proprio in Basilicata, nei Sassi di Matera. Gibson fu ospite di monsignor Mennonna nella sua casa di Muro Lucano e, come dicono alla diocesi di Potenza, si avvalse dei suoi racconti come memoria storica.

Due anni fa un badante rumeno, dopo averlo accudito per tre anni, rubò al vescovo una croce che gli aveva regalato Giovanni Paolo II e alcuni doni di Gibson. Il giovane, scoperto e rintracciato, si pentì del suo gesto, ora è un seminarista, come racconta la diocesi di Potenza.

Monsignor Mennonna, nonostante la sua veneranda età, l'anno scorso si scagliò con parole di fuoco contro il film "Angeli e demoni" di Ron Howard che a suo avviso denigrava la Chiesa. (

(Redazione General News Roma +3906 85224380, fax +3906 8540860, italy.online@news.reuters.com))