Bimbi che guardano molta tv diventano più aggressivi,dice studio

martedì 3 novembre 2009 14:12
 

NEW YORK (Reuters) - Più un bambino di tre anni guarda la televisione, maggiori saranno le probabilità che lui o lei possa manifestare comportamenti aggressivi. Lo rivela uno studio americano.

Anche soltanto il tenere la televisione accesa come sottofondo, mentre il bambino non la guarda, può comportare aggressività, nonostante in questo caso la relazione non sia così forte, dicono i ricercatori.

"I genitori dovrebbero essere accorti per quanto riguardo il consumo di tv", ha detto a Reuters la ricercatrice Jennifer Manganello dell'Università di Albany, nello stato di New York.

"Dovrebbero porre un limite al tempo che i bimbi trascorrono davanti alla tv, prestare attenzione ai programmi che passano, e riflettere su come la televisione venga consumata in generale a casa".

Lo studio ha preso in esame 3.128 donne di 20 città americane che hanno avuto figli tra il 1998 e il 2000. Pur riscontrando differenze per quanto riguarda il grado di istruzione delle intervistate, è emerso che circa un terzo di loro non aveva conseguito un diploma superiore.

Due terzi delle madri hanno detto che i loro bambini di tre anni guardano più di due ore di tv al giorno, mentre la quantità media per bambino è di circa tre ore.

In media, la tv risulta accesa circa cinque ore di più in una giornata tipica.

Dopo aver preso in considerazione altri fattori associati a comportamenti aggressivi, come la violenza del quartiere in cui si vive o l'avere una madre che soffre di depressione, il consumo (individuale) di tv e quello domestico si sono rivelati elementi importanti per spiegare manifestazioni di aggressività come le percosse, i modi sgarbati, la disobbedienza e la propensione ad urlare.

La team leader del gruppo di ricerca Jennifer Manganello e i suoi colleghi hanno ricordato come l'Accademia americana dei pediatri si sia già raccomandata di non far guardare per niente la televisione a bimbi che abbiano meno di due anni, e di non consentire un consumo superiore alle due ore a quelli più grandi.   Continua...

 
<p>Bambini davanti alla televisione. REUTERS/Philippe Wojazer</p>