Auto, Ferrari: entro 5 anni Cina tra primi 3 mercati

martedì 3 novembre 2009 08:53
 

PECHINO (Reuters) - Ferrari, controllata di Fiat, prevede che la Cina diventi uno dei suoi primi tre mercati al mondo entro i prossimi cinque anni, grazie alla rapida crescita della fascia di popolazione benestante.

Lo ha detto stamattina Marco Mattiacci, chief executive dell'area Asia-Pacific, in un'intervista a Reuters.

Gli Stati Uniti resteranno il mercato principale dell'azienda di Maranello, ma la Cina ha il potenziale per raggiungere Germania e Italia, dove le vendite annuali si aggirano sulle 600 unità.

"Credo che la Cina raggiungerà quelle cifre, sugli stessi livelli di Germania e Italia", afferma il manager.

La Cina è oggi il primo mercato mondiale per il settore auto e tra i primi dieci mercati per Ferrari, che vi ha venduto circa 650 vetture dal suo ingresso cinque anni fa, ha aggiunto Mattiacci nel corso della presentazione della nuova 599 Gtb Fiorano.

"Oggi la Cina è il mercato principale per l'auto, ma ci vuole un miglioramento in termini di qualità, design e servizio al cliente", ha aggiunto Mattiacci. "E noi abbiamo il meglio di tutti e tre".

Fiat, controllante di Ferrari, ha costituito una joint venture al 50% con il gruppo cinese Guangzhou Automobile lo scorso luglio, per produrre motori nel fiorente mercato locale.

Porsche, concorrente tedesca di Ferrari, ha svelato la sua attesa gran turismo Panamera alla vigilia del Salone dell'auto di Shanghai di aprile, rivelando l'importanza del mercato cinese.

 
<p>Una Ferrari 599 GTB Fiorano China Limited Edition durante la presentazione di oggi a Pechino. REUTERS/Jason Lee</p>