30 ottobre 2009 / 16:17 / tra 8 anni

"Tedeschi dell'est rimpiangono i bei tempi",dice vedova Honecker

<p>Il dipinto sul Muro di Berlino che raffigura Leonid Brezhnev mentre bacia Erich Honecker, marito di Margot. REUTERS/Fabrizio Bensch (GERMANY ENTERTAINMENT SOCIETY POLITICS ANNIVERSARY)</p>

di Noah Barkin

BERLINO (Reuters) - I tedeschi della ex Germania Est rimpiangono “la bella vita” che avevano sotto il Comunismo, nonostante la propaganda per screditare la Repubblica democratica tedesca (Rdt). E’ quanto afferma in un video la vedova dell‘ex leader della Rdt Erich Honecker.

Margot Honecker, che vive in Cile dal 1992, appare nel video che celebra il sessantesimo anniversario della fondazione della defunta Germania orientale, insieme agli esuli cileni che chiesero asilo alla Rdt dopo il colpo di stato di Pinochet nel 1973.

Il gruppo canta un inno patriottico della ex Germania Est, preludio al discorso della signora Honecker che, in piedi davanti alla falce e al martello della bandiera della Germania orientale, si rivolge ai suoi “compagni”, seduti attorno a un tavolo, con un breve discorso in tedesco.

“In questo periodo, in Germania c’è ostilità nei confronti della Germania Est” dice. “Non c’è talk show, film, programma di informazione che non provi a screditare la Rdt”.

“Ma non sta funzionando” aggiunge. “La metà dei tedeschi della Germania Est dice di avere una vita peggiore sotto il capitalismo e che nella Rdt viveva meglio. Dicessero pure quello che vogliono (i critici, ndr) ma la gente non fa che ripensare a quel che aveva sotto la Repubblica democratica”.

Un tempo soprannominata con disprezzo “strega viola” per il colore dei capelli e l‘estremismo delle sue posizioni, Margot Honecker è stata al fianco del suo marito-dittatore, ricoprendo l‘incarico di ministro dell‘Istruzione ed è stata temuta ed odiata da molti tedeschi dell‘est.

Il video -- here -- sembrerebbe essere stato registrato il 7 ottobre, in occasione del sessantesimo anniversario della nascita della Rdt, poco meno di un mese prima del ventesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino.

Honecker, 82 anni, cita i risultati delle elezioni tedesche del mese scorso che hanno fatto registrare una forte crescita del partito della Sinistra, un nuovo raggruppamento dell‘estrema sinistra che comprende ex membri del Partito per l‘unità socialista della Germania orientale, la Sed.

“Ci sono forze di sinistra in Germania. Sono attive e stanno ricevendo un numero crescente di voti”, dice la Honecker, aggiungendo che la nuova coalizione di centrodestra del cancelliere Angela Merkel tra conservatori e liberal-democratici colpirà gli operai tedeschi e porterà ad un aumento della disoccupazione e al taglio dei sussidi.

“La gente non lo accetterà. I segnali sono positivi. Sono ottimista”, dice ancora nel video.

Gli Honecker si erano rifugiati a Mosca per evitare di essere incriminati nel 1991, un anno dopo l‘unificazione delle due Germanie, ma furono costretti ad andarsene dopo il crollo dell‘Unione Sovietica.

Erich Honecker, accusato dei crimini commessi durante la Guerra Fredda, fu rilasciato nel 1993, quando gli fu diagnosticato un cancro al fegato. Trascorse i suoi ultimi giorni con la moglie a Santiago, dove morì nel 1994.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below