Privacy e media, esperto: anche giudice può essere uomo pubblico

giovedì 29 ottobre 2009 18:01
 

di Silvia Molteni

MILANO (Reuters) - Anche un giudice può essere considerato un personaggio pubblico, se si occupa di vicende che hanno una notevole risonanza, e come tale diventare "notiziabile".

Lo ha detto in un'intervista a Reuters Marco Cuniberti, docente di Diritto dell'Informazione all'Università degli Studi di Milano, in riferimento a quanto accaduto a Raimondo Mesiano, il giudice civile di Milano che ha condannato Fininvest, di proprietà della famiglia Berlusconi, a pagare alla Cir di Carlo De Benedetti 750 milioni di euro in relazione alla vicenda Mondadori.

Qualche giorno dopo la sentenza, Canale 5 - rete ammiraglia di Mediaset, controllata di Fininvest - ha mandato in onda nel corso della trasmissione "Mattino 5" un filmato che ritrae un ignaro Mesiano che passeggia, si ferma ad un semaforo, aspetta il suo turno dal barbiere, fuma e siede su una panchina indossando calzini azzurri, comportamenti definiti "stravaganti" dall'autrice del servizio.

Il video ha suscitato la reazione indignata, oltre che dell'opposizione, anche dell'Associazione Nazionale Magistrati. Dopo la segnalazione del sindacato delle toghe, il Garante della Privacy sta valutando se aprire un'istruttoria. A tutela di Mesiano è inoltre stata aperta una pratica dal Csm.

Ma come si può inquadrare la vicenda nell'ambito del diritto dell'informazione? Se l'uomo politico è il personaggio pubblico per eccellenza, spiega Cuniberti, "non si esclude che possano acquisire rango di uomo pubblico anche altri soggetti, ad esempio le persone che operano nel mondo dello spettacolo, dell'economia, della cultura, della stessa informazione, e quindi non è escluso che in relazione a singole e specifiche vicende anche un magistrato possa considerarsi un uomo pubblico".

L'essere "pubblico", se certo non implica che un soggetto debba rinunciare in toto alla sua privacy, comporta però un indebolimento di tale protezione. "Possiamo dire che i confini della riservatezza sono inversamente proporzionali all'interesse pubblico a conoscere anche aspetti della vita privata di una persona", spiega Cuniberti.

INTERESSE PUBBLICO VS TUTELA DELLA PRIVACY

Quand'è che un magistrato varca la sottile e incerta linea e diventa a tutti gli effetti un personaggio pubblico? Secondo Cuniberti, è tutto legato all'interesse sociale dell'informazione: un giudice lo diventa se si occupa di vicende che hanno una notevole risonanza pubblica.   Continua...

 
<p>Una donna in edicola. REUTERS/Alessia Pierdomenico (ITALY POLITICS)</p>