29 ottobre 2009 / 10:39 / 8 anni fa

Crisi, senza lavoro e senza soldi anche divorzio può aspettare

<p>Scambio delle fedi. REUTERS/Michael Buholzer (SWITZERLAND)</p>

NEW YORK (Reuters) - Le crisi finanziarie spesso rovinano i matrimoni ma la recessione attuale sembra avere, incredibilmente, l‘effetto opposto, dal momento che sono sempre meno le coppie che possono permettersi un divorzio.

L‘Accademia Americana degli Avvocati Matrimonialisti ha fatto sapere che, tra i suoi 1.600 membri, più della metà ha notato un crollo nelle cause di divorzio durante la crisi economica, che ha provocato licenziamenti, riduzioni dei salari e dei prezzi del settore immobiliare.

In totale il 57% degli avvocati ha definito quella attuale la più consistente riduzione delle cause di divorzio dall‘ultimo trimestre del 2008. Solo il 14%, invece, ha riscontrato un aumento dei divorzi.

“L‘attuale crisi economica si sta dimostrando più intransigente delle coppie separate che vorrebbero il divorzio”, ha detto Gary Nickelson, presidente dell‘Aaml.

“Se sono costrette a mettere sul piatto della bilancia il peso di un matrimonio rovinato e quello di un budget ridotto, molte coppie preferiscono aspettare tempi economicamente migliori per avviare le pratiche di divorzio”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below