Tennis, Agassi in autobiografia ammette uso di metanfetamine

mercoledì 28 ottobre 2009 11:15
 

NEW YORK (Reuters) - L'ex campione di tennis André Agassi, vincitore di otto titoli dello Slam, ha ammesso nella sua nuova autobiografia di aver fatto uso di metanfetamine nel 1997, quando la sua carriera stava naufragando.

Il magazine People ha scritto sul suo sito web che Agassi ha ammesso l'uso di droghe nel suo libro "Open: An Autobiography", dove il campione parla anche della perdita di capelli e del suo difficile matrimonio con l'attrice Brooke Shields, durato appena due anni, dal 1997 al 1999.

"Non posso parlare di dipendenza, ma molte persone direbbero che se fai uso di qualcosa per evadere, allora hai un problema", ha detto Agassi a People.

L'autobiografia del tennista americano uscirà il prossimo nove novembre, pubblicata da Knopf. Agassi è diventato uno dei tennisti più amati del circus quando vinse Wimbledon nel 1992, con il suo stile da ribelle e i suoi capelli lunghi fino alle spalle. Il campione di Las Vegas vinse nel 1994 anche il suo primo Us Open.

Ma nel 1997 la carriera di Agassi ha rischiato seriamente di essere compromessa per via di un infortunio al polso che lo ha fatto precipitare fino al numero 122 della classifica mondiale.

Ad ogni modo Agassi ha superato il momento di crisi e ha vinto altri titoli dello Slam, fino al ritiro definitivo dopo lo Us Open del 2006.

Il 39enne americano ha detto di non temere le reazioni dei fan dinanzi alle sue dichiarazioni.

"Ho avuto paura per un attimo, ma non per molto. Ho sempre manifestato apertamente i miei sentimenti e le mie emozioni sono state sempre dipinte sul mio volto. In realtà ero eccitato per il fatto che stavo raccontando al mondo l'intera vicenda".

 
<p>Andr&eacute; Agassi in una foto d'archivio. REUTERS/Bobby Yip (CHINA SPORT TENNIS)</p>