"Tale madre, tale figlia" anche se si parla di invecchiamento

martedì 27 ottobre 2009 12:30
 

SYDNEY (Reuters) - Potrebbe esserci del vero nel detto popolare secondo cui tutte le donne, col passare del tempo, si trasformano nelle loro madri. E' quanto emerge da uno studio dell'American Society of Plastic Surgeons, che rivela che le rughe delle figlie somigliano a quelle delle mamme.

Per studiare il processo di invecchiamento, il team di chirurghi plastici ha usato immagini facciali e modelli tridimensionali ottenuti col computer, scoprendo che i visi delle figlie tendono ad imitare quelli delle madri in termini di perdita di volume, in particolare nella zona del contorno occhi e delle palpebre inferiori.

"Gli studi sull'invecchiamento facciale finora sono stati soggettivi e si sono basati sull'osservazione", spiega il team del Medical Center della Loma Linda University in California.

Lo studio, presentato ad una conferenza che si è tenuta a Seattle nel weekend, si è basato sull'esame di 10 coppie madre-figlia, simili e con un'età compresa tra i 15 e i 90 anni.

I ricercatori Matthew Camp, Zachary Filip, Wendy Wong e Subhas Gupta, tutti chirurghi plastici, hanno scoperto che la perdita di volume delle palpebre inferiori inizia intorno ai 35 anni e continua per tutta la vita.

 
<p>Michelle Obama e la figlia Malia. REUTERS/Jim Young (UNITED STATES POLITICS)</p>