Onu, Italia primo paese in Ue per "Stand Up" su povertà e clima

mercoledì 21 ottobre 2009 16:03
 

ROMA (Reuters) - In tre giorni, oltre 820mila italiani si sono mobilitati per chiedere al governo di rispettare le promesse per la lotta alla povertà e contro i cambiamenti climatici, partecipando alla campagna "Stand Up" organizzata in tutto il mondo dalla Campagna del Millennio delle Nazioni Unite.

Lo dice un comunicato dell'organismo.

"E' stata una mobilitazione straordinaria quella svolta dal 16 al 18 ottobre in Italia e nel resto del pianeta. Oltre 173 milioni di cittadini in tutto il mondo in più di 3mila eventi in 120 paesi. Oltre 820 mila persone nella sola Italia".

La mobilitazione chiedeva a tutti i governi di rispettare gli impegni presi per "il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio, la lotta contro la povertà e i cambiamenti climatici come priorità dell'agenda politica".

"Questi numeri ci confermano non solo il grande interesse degli italiani per la lotta alla povertà, ma anche come questo interesse si concretizzi in precise richieste", ha detto Marta Guglielmetti, coordinatrice Italiana della Campagna del Millennio dell'Onu.

"Chi si è registrato alla mobilitazione dello scorso weekend chiede infatti due azioni specifiche al nostro governo: di aumentare l'Aiuto Pubblico allo Sviluppo in modo da raggiungere lo 0,7% del Prodotto Interno Lordo entro il 2015, come si é impegnato a fare in sede ONU, e di mantenere gli impegni presi durante lo scorso G8 all'Aquila per fronteggiare i cambiamenti climatici".

Gli Obiettivi, fissati nel settembre 2000, comprendono, tra gli altri, il dimezzamento della povertà, l'istruzione primaria per tutti i bambini, la parità tra i sessi e la riduzione della mortalità infantile.

 
<p>Un bambino peruviano. REUTERS/Mariana Bazo</p>