October 19, 2009 / 3:16 PM / 8 years ago

Roma, Festival cinema: Stefania Sandrelli debutta come regista

4 IN. DI LETTURA

<p>L'attrice Stefania Sandrelli riceve il Leone d'Oro alla carriera alla Mostra del Cinema di Venezia, settembre 2005.Alessia Pierdomenico</p>

di Daniele Mari

ROMA (Reuters) - Stefania Sandrelli approda al Festival del Film di Roma con "Christine Cristina", pellicola non in concorso ma in anteprima, nel debutto assoluto dell'attrice come regista.

"Credo che per qualunque attore ci sia in fondo il desiderio di cimentarsi dietro la telecamera. Io ho lavorato con tanti grandi registi, Scola, Germi, Monicelli, Bertolucci, e da ognuno di loro ho assorbito qualcosa", ha raccontato la Sandrelli durante la conferenza stampa, accanto alla figlia Amanda, protagonista del film, e ad Alessandro Haber.

Christine Cristina è un film dedicato a Cristina da Pizzano, vissuta in Francia nel momento di passaggio dal Medioevo all'Umanesimo, e prima donna che riuscì a vivere solo scrivendo e pubblicando opere poetiche.

"Quando ho letto il libro 'Christine de Pizan', la protagonista si è subito impossessata di me. Credo che nel film ci siano la grazia e la forza femminile, ma per evitare un eccesso di femminismo abbiamo deciso di avvalerci di due sceneggiatori uomini", ha raccontato la Sandrelli.

Alla quale è stato chiesto un commento sulla scelta della figlia Amanda come protagonista. "Rivedevo molto di Christine in Amanda e credo che lei sia stata molto brava e soprattutto molto disponibile", ha detto l'attrice, che poi non ha negato le difficoltà incontrate per via del budget ridotto.

Budget Di 2 Milioni E Mezzo Di Euro

"Il film è stato prodotto con un budget di due milioni e mezzo di euro, ma di questo vado fiera. Abbiamo fatto di necessità virtù, anche perchè fino a due giorni dall'inizio delle riprese non avevo la certezza di poterlo fare. Abbiamo fatto di tutto per essere presenti qui a Roma e per questo sono molto contenta".

"Christine Cristina", che uscirà nelle sale nel 2010, è stato girato per gran parte in Francia, una circostanza che aveva alimentato inizialmente le voci su un coinvolgimento di Gerard Depardieu nel ruolo del cantastorie Charleton, poi interpretato da Alessandro Haber.

"La nostra idea iniziale era di fare un piccolo film italiano. Poi, girando in Francia e amando Depardieu, abbiamo pensato a lui, che era entusiasta del film. Ma l'idea base era di realizzare un film italiano ed è a quella che alla fine siamo ritornati".

Alessandro Haber, che ha detto di "aver amato subito il mio ruolo nel film", non ha lesinato complimenti nei confronti della Sandrelli regista. "Credo che Stefania non abbia mai sbagliato un film come attrice e come regista si è dimostrata molto lucida. Ha avuto la forza e l'intelligenza di accettare i consigli, ma anche la fermezza nel far ripetere le scene che non le piacevano. Spesso i registi ti lasciano fare senza redarguirti, e io dubito molto di persone così".

Anche Amanda Sandrelli, infine, ha commentato positivamente l'esperienza di essere diretta dalla madre. "Non mi sono sentita investita di una grande responsabilità. Mi sono fidata della sua scelta e credo che, in fondo, mi abbia scelto proprio perché potevo ben rappresentare Christine".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below