Nicolas Cage fa causa a ex manager per "disastro finanziario"

sabato 17 ottobre 2009 12:29
 

LOS ANGELES (Reuters) - L'attore Nicolas Cage ha fatto causa al suo ex manager, con l'accusa di negligenza e frode per avere avviato la star "verso la rovina finanziaria" e ha chiesto un risarcimento di 20 milioni di dollari.

Cage ha accusato ieri l'ex manager, da poco licenziato, di non aver pagato in tempo le tasse e di avergli fatto buttare denaro in investimenti immobiliari speculativi e rischiosi, che avrebbero provocato "perdite catastrofiche".

Nella documentazione presentata ieri presso la Corte superiore di Los Angeles e ottenuta per primo dal sito web TMZ.com, Cage afferma di essere stato costretto "a vendere importanti asset e investimenti con una perdita significativa" a causa delle azioni del suo consigliere negli ultimi sette anni.

La citazione dice che il manager non ha neanche avvisato Cage del fatto che stava perdendo soldi, e che ha invece ampliato le sue linee di credito presso le banche.

Non è stato possibile raggiungere l'ex manager Samuel Levin per un commento.

Cage, 45 anni, è uno degli attori più prolifici di Hollywood, con oltre 50 film all'attivo, tra cui "Leaving Las Vegas", che ha vinto l'Oscar.

Nel 2008, secondo Forbes.com, Cage ha guadagnato circa 40 milioni di dollari, e nei prossimi due anni arriveranno nei cinema sei film che lo vedono protagonista.

Recentemente, il fisco Usa gli ha chiesto di versare 6,6 milioni di dollari in tasse, interessi e penalità.

Cage ha detto di non aver capito la gravità del problema fino al settembre 2008, quando ha assunto un nuovo manager.

 
<p>L'attore statunitense Nicolas Cage. REUTERS/Mike Cassese (CANADA ENTERTAINMENT)</p>